Sostenibilità

“Arrivato ad un certo punto della mia vita professionale, in questo particolare momento in cui l’urgenza di raccogliere l’emergenza climatica richiama ognuno di noi, ho desiderato fortemente scegliere una nuova realtà in cui, oltre al fascino della tecnologia, fosse presente anche una decisa vocazione all’ecosostenibilità. A NMG Europe crediamo fermamente nella visione di un chimica ecosostenibile, in grado di affrontare grandi sfide tecnologiche e, allo stesso tempo, preservare l’ambiente e la natura, e ci impegniamo giorno dopo giorno per realizzare questo sogno ”.

Paolo Tonutti
General Manager

L’ecosostenibilità è un argomento sempre più attuale nell’industria, non solo per le agende imposte dai governi, ma anche per questioni etiche. A NMG Europe, assumendoci la nostra responsabilità rispetto alla preservazione della natura e dovere nei confronti delle future generazioni, abbiamo integrato formalmente la responsabilità ambientale nella nostra strategia aziendale. Il Life Cycle Thinking ci ha portato a considerare gli impatti ambientali, sociali ed economici di un prodotto durante il suo intero ciclo di vita, spostando la nostra prospettiva dall’essere semplicemente orientati al business ad abbracciare una visione di sistema in cui intendiamo fornire all’intera filiera prodotti, servizi e valori coerenti non solo per noi, non solo per l’industria ma per l’intero ecosistema.

PRODOTTI A IMPATTO AMBIENTALE CERTIFICATI:

DATI CERTIFICATI PER I NOSTRI CLIENTI
Atlas HPE 110 e Atlas F 60 sono le prime e uniche schiume ad aver ottenuto la Dichiarazione Ambientale di prodotto (Environmental Product Declaration) – EPD – come pannelli e lastre in un sistema composito, per applicazione strutturale.

È comunemente accettato che la dichiarazione ambientale di prodotto – EPD – sia lo strumento oggettivo e scientifico per presentare l’impatto ambientale di un prodotto, valutato e quantificato attraverso l’analisi del ciclo di vita condotta in conformità agli standard della serie ISO 14040 e sulla base regole specifiche – PCR, product category rules. Nel dettaglio le PCR adottate per lo studio LCA (Life Cycle Analysis) sono le seguenti, “PCR 2018: 10 versione 1.0”, riguardante materiali a celle chiuse.
Questo rende Atlas HPE 110 e Atlas F 60 le uniche schiume rigide ad uso strutturale per le quali sono disponibili dati ambientali certificati, che rappresentano il loro impatto ambientale durante tutto il ciclo di vita del prodotto, dati che possono essere quindi utilizzati dai nostri clienti nei loro studi LCA e certificazioni di prodotto.

GESTIONE DEI RIFIUTI E DI FINE VITA:

VERSO UN’ECONOMIA CIRCOLARE
Per noi responsabilità ambientale significa pensare a tutti gli impatti e criticità che possono conseguire dalla produzione e impiego dei nostri prodotti e intraprendere di conseguenza azioni correttive in grado di mitigare realmente tali impatti. Di particolare rilevanza, come in tutte le filiere industriali, è la gestione dei rifiuti e il fine vita. Per questo motivo, NMG Europe ha sempre posto un grande impegno per ridurre al minimo gli scarti e aumentare le possibilità di riciclaggio.
I rifiuti derivanti dalle nostre linee di produzione vengono riciclati meccanicamente in pannelli isolanti per applicazioni industriali e residenziali. Oltre a ciò, abbiamo investito nel riciclo chimico con l’obiettivo di aprire la strada all’economia circolare nel campo dei compositi. Il riciclaggio chimico degli scarti è attualmente in fase pilota con ottimi risultati; confidiamo di adattare al più presto tale tecnologia nel nostro processo produttivo, permettendoci così di generare materie prime da scarti industriali per ottenere comunque materiali di prima scelta.

MIGLIORAMENTO CONTINUO ATTRAVERSO L’ECODESIGN

NMG Europe ha scelto di adottare l’analisi del ciclo di vita (Life Cycle Analysis – LCA) come strumento per valutare l’impatto ambientale dei propri prodotti, dalla selezione delle materie prime alla gestione dei rifiuti con i seguenti obiettivi:

  • sviluppare una dichiarazione ambientale di prodotto (EPD) per i nostri prodotti e il processo di fabbricazione;
  • ottimizzare la formulazione dei prodotti attuali rispetto all’impatto ambientale;
  • ottimizzare il processo produttivo riducendo il consumo di risorse fossili e le emissioni di gas serra;
  • validare i nostri progetti di ricerca anche sotto il profilo dell’impatto ambientale;
  • formulare materiali innovativi con il crescente impiego di bio-based.
CREAZIONE DI VALORE PER TUTTA LA CATENA DI FORNITURA, LAVORARE IN SINERGIA

Offriamo il nostro know-how e la nostra esperienza nella metodologia LCA e nell’eco-design ai nostri fornitori e ai clienti che condividono con noi la visione di una chimica sostenibile:

  • ricerchiamo e implementiamo per le nostre formulazioni materie prime bio-based e soluzioni eco-certificate, promuovendo e valorizzando lo sforzo di quei fornitori che investono in R&S e innovazioni eco-compatibili
  • Forniamo ai nostri clienti soluzioni e metodologie performanti ed ecocompatibili, in linea con le attuali aspettative dei policy maker, con il potenziale di ridurre anche il loro impatto ambientale. Ad esempio, stiamo supportando Northern Light Composite nello sviluppo del primo yacht interamente riciclabile in cui viene utilizzato un grado ingegnerizzato di Atlas HPE 120.

” La mia passione è sempre stata la chimica sin da quando ero all’università: ecco perché sono entrato a far parte di NMG Europe diversi anni fa. Con i miei eccezionali colleghi, ci siamo dedicati ad esplorare la chimica dei polimeri, dove siamo stati in grado di ottenere risultati unici in termini di prestazioni dei materiali. La progettazione e lo sviluppo di materiali ecosostenibili è la nostra sfida attuale e posso affermare con orgoglio che siamo ogni giorno più vicini a questo obiettivo”.

Massimo Orsini
Direttore tecnico e ricerca e sviluppo

Image module

TARGET ZERO-FOSSIL
Zero-fossil è il target che poniamo alla base della nostra strategia ambientale per minimizzare a lungo termine l’impatto della nostra attività sull’ambiente, in termini di risorse naturali e consumo energetico. Queste sono le strategie che abbiamo pianificato e intendiamo implementare:
– impiego di acqua come agente espandente, nessun altro utilizzo di prodotti chimici
– adozione incrementale di materie prime a base biologica nel processo produttivo
– riciclo di materie prime da rifiuti e prodotti a fine vita su scala industriale
– eco-design, in partnership con i nostri clienti e fornitori, mirato allo sviluppo di soluzioni in composito che siano ottimizzate ed efficienti rispetto al loro riciclo a fine vita
– scouting e implementazione di nuove tecnologie e prodotti in produzione con particolare riguardo alla sintesi di polioli carbon-capture
– aumento dell’efficienza energetica del nostro impianto e sfruttamento delle energie rinnovabili